Articolo
Abstract

Negli ultimi anni nuove ricerche sul campo hanno raccolto importanti informazioni sul periodo di transizione tra Neolitico e Calcolitico nel Caucaso meridionale, una fase ancor oggi poco conosciuta. L’articolo dimostra come i macrolithic tools, una classe di reperti spesso trascurata nelle pubblicazioni, possano fornire informazioni importanti sui cambiamenti nei modelli di sussistenza, di sfruttamento dell'ambiente, ecc. Lo studio morfologico comparativo degli strumenti macrolitici pubblicati dei due periodi da circa 20 siti di diversi paesi del Caucaso meridionale (Georgia, Armenia, Azerbaigian) evidenzia come l'evoluzione tecnica del toolkit macrolitico rifletta i principali cambiamenti avvenuti tra un periodo e l'altro e il loro significato culturale. L'analisi, tuttora in corso, degli strumenti macrolitici inediti di Tsiteli Gorebi 5 in Georgia, sito risalente alla prima fase del Calcolitico, conferma i risultati generali dello studio proposto, arricchendoli con l'uso di nuovi strumenti metodologici (analisi delle tracce, analisi dei residui, ecc.).

In recent years field research gathered important information about the transition from the Neolithic to the Chalcolithic in the Southern Caucasus, a still poorly understood phase. The paper shows how ground stone tools, an often-neglected class of finds, can provide valuable information regarding changes in subsistence patterns, the exploitation of natural environment, etc. The comparative morphological study of published groundstone tools from about 20 sites of the two periods in different countries of the Southern Caucasus (Georgia, Armenia, Azerbaijan) highlights how the technical evolution of the macrolithic toolkit reflects the main changes occurring from one period to the other and their cultural meaning. The still ongoing analysis of the unpublished macrolithic tools from Tsiteli Gorebi 5 in Georgia, a site dated to the earliest phase of the Chalcolithic, confirms the general results of the proposed study, thereby enriching them by the use of new methodological tools (use-wear analysis, residue analysis etc.).

In questo numero