Elena Marazzi, Mattia Maturo

Capua. Tombe orientalizzanti

Necropoli Fornaci

Presentazione di Maria Bonghi Jovino
Prefazione di Federica Chiesa


Capua preromana, 11
2022, XVII-176 pp., 77 Figure (due a colori) e 12 Tavole f.t.
Brossura, 22,5 x 29,5
ISBN: 9788876893384

€ 195,00  € 185,25 - Novità
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Argomento

Il volume analizza la fase orientalizzante dei Settori K, Strada e Q dell’importante complesso funerario di via delle Fornaci a Capua, indagato tra gli anni Sessanta e Settanta del Novecento da Werner Johannowsky. La necropoli costituisce l’evidenza archeologica più rilevante dell’antica città preromana anche per la continuità d’uso, coprendo un excursus cronologico che dal IX secolo a.C. giunge alla fine del V secolo a.C. I contesti qui presentati, inediti, consentono di arricchire e approfondire il quadro delle evidenze sinora noto per quest’epoca e permettono di osservare, anche a livello topografico, i comportamenti funerari lungo un arco cronologico di grande rilevanza, offrendo alcune novità utili per avallare nuove ipotesi sullo sviluppo della necropoli di Fornaci nel suo complesso.

Allegati
  • Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine
Indice

Presentazione di Maria Bonghi Jovino
Prefazione di Federica Chiesa
Introduzione
LA NECROPOLI DI FORNACI: LO SCAVO E I SETTORI
L'area sud-orientale: i settori K e Strada
La ricollocazione topografica del settore K
Il settore Q
CATALOGO E ANALISI DEI CONTESTI
L'area sud-orientale: i settore K e Strada
L'area sud-orientale: tombe fuori catalogo
Il settore Q: tombe fuori catalogo
L’ORIENTALIZZANTE A CAPUA
LA NECROPOLI FORNACI: I SETTORI K, STRADA E Q
L'area sud-orientale: i settori K e Strada
Il settore Q
Tabelle sinottiche

Elena Marazzi
Elena Marazzi, laureata e specializzata in archeologia, è Dottoranda di Ricerca (Università degli Studi di Pavia). È membro dell’équipe di scavo nel sito nuragico di Monte Zara e collabora con la Cattedra di Archeologia dell’Italia preromana dell’Università degli Studi di Milano. I suoi studi riguardano la Campania e il Lazio preromani, con riguardo all’archeologia funeraria e alle pratiche votive.

Mattia Maturo
Mattia Maturo, laureato e specializzato in Archeologia, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca (Università degli Studi dell’Insubria). È membro dell’équipe di scavo nel sito nuragico di Monte Zara e collabora con la Cattedra di Archeologia dell’Italia preromana dell’Università degli Studi di Milano. I suoi studi riguardano la Campania e la Sardegna preromane, con riguardo all’archeologia funeraria.