Gela. Il Thesmophorion di Bitalemi

La fase arcaica. Scavi Orlandini 1963-1967

A cura di Marina Albertocchi
con la collaborazione di Maddalena Pizzo
Prefazione di Paola Pelagatti

Monumenti Antichi, 82
2022, XX-800 pp., 213 tavole b/n, 7 tavv. a colori e 113 figure n.t.
Brossura, 24 x 34 cm
ISBN: 9788876893360

€ 170,00  € 161,50 - Novità
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Argomento

Monumenti Antichi 82 (serie miscellanea 27)

Il santuario posto sulla collinetta di Bitalemi a Gela è uno dei luoghi di culto demetriaci più noti nella Sicilia greca, grazie anche alla precisa possibilità di identificazione della divinità ivi venerata (Demetra Thesmophoros) menzionata in alcuni graffiti vascolari; la ricchezza e la particolarità dei suoi rinvenimenti hanno contribuito alla notorietà dell’area sacra. Il volume presenta l’attesa pubblicazione sistematica degli scavi condotti a Bitalemi da Piero Orlandini nelle campagne del 1963, 1964 e 1967.
Il focus del volume è di tipo storico-religioso, date le circostanze eccezionali di rinvenimento dei depositi votivi protetti da una coltre di sabbia che li ha preservati in buono stato di conservazione. Viene dunque offerta una rapida presentazione dei rinvenimenti, comprendente le quasi tremila deposizioni rinvenute in situ e gli oggetti frammentari, non in deposito. Al catalogo fa seguito un rapido commento classe per classe, utile all’inquadramento degli oggetti rituali, composti nella maggior parte dei casi da vasellame importato e di fabbrica locale, oltre che da oggetti metallici, terrecotte e pesi da telaio. Dopo la formulazione di alcune ipotesi sul funzionamento del santuario in questa prima fase di frequentazione e sul quantitativo delle offerte, viene proposta un’ampia discussione sulla prassi votiva e rituale desumibile dai dati archeologici e sul culto tributato. La non comune possibilità di mettere a confronto i rinvenimenti e le loro modalità di deposizione con i dati epigrafici fornisce infatti interessanti informazioni relative alla ricostruzione delle feste tesmoforiche. In appendice si fornisce la pubblicazione integrale del giornale di scavo degli anni Sessanta, secondo le indicazioni del suo scavatore.


The sanctuary located on the hill of Bitalemi, in Gela, is among the best-known sites of Demetriac worship in Greek Sicily, thanks in part to an accurate identification of the goddess worshipped here (Demetra Thesmophoros), mentioned in some graffiti; the importance and peculiarity of the finds, published only preliminarily, have contributed to the fame of the sacred area. This volume presents the long-awaited systematic publication of the excavations conducted by Piero Orlandini during the campaigns of 1963, 1964 and 1967. The volume focuses on the historical-religious aspects of the site, in light of the exceptional circumstances under which the votive offerings were found: almost all were primary deposits, protected by a layer of sand that allowed them to be preserved in a good condition. The finds are therefore concisely presented, including almost 3000 deposits found in situ and the fragmentary objects, which are catalogued in a separate list. The catalogue is followed by a brief class-by-class commentary, which provides a helpful overview of the ritual objects brought to light. After suggesting some hypotheses on the sanctuary’s activity in this first period of frequentation and on the number of offerings, an extensive discussion on the ritual practice is proposed, based on the archaeological data and the cult practice. Some interesting information with a view to the reconstruction of Thesmophoric feasts can be gained from the comparison of the finds and their deposition with the epigraphic evidence. The appendix contains a complete transcription of the excavation journal of the 1960s, following the excavator’s instructions.