Fabiano Fiorello Di Bella

Il ritratto nell'arte greca

Fonti scritte e archeologia in età arcaica e classica

Archaeologica, 183
2021, XVIII-268 pp., 29 illustrazioni nel testo
Brossura, 17 x 24 cm
ISBN: 9788876893261
In uscita
  • In uscita In uscita In uscita
Argomento

Il volume offre una dettagliata analisi metodologica del genere del ritratto nell’arte greca. Nell’intento di ridiscutere i principi costitutivi della disciplina, l’autore si serve della testimonianza delle fonti letterarie ed epigrafiche, mettendole a sistema con alcuni casi studio che vanno dall’arcaismo alla tarda età classica. Il procedimento conduce al cuore del problema, all’origine di un travaglio spirituale e intellettuale, che nasce allorquando all’immagine generica si sostituisce la raffigurazione dell’individuo. Un percorso non privo di ostacoli e per nulla lineare, che getta luce su un genere artistico diffusissimo nell’antichità classica, ma ancora dibattuto per le sue fasi più antiche.

Allegati
  • Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine
Indice

Introduzione

Parte prima - Problemi e stato attuale della ricerca
1. Il ritratto realistico tra somiglianza e individualità
2. Oltre il realismo. Ritraibilità e intenzione
3. Fare il nodo alla barba. Il realismo del ritratto di Pindaro
4. Ritratto e ruolo
5. Gli ultimi anni

Parte seconda - Pensare per immagini. Definire il ritratto
I. Iscrizioni e volontà ritrattistica
II. Le prime testimonianze della letteratura
III. Ritratti e offerte votive: i santuari

Parte terza - La forma delle immagini. L'origine del ritratto
I. L’età arcaica
II. L'età dello stile severo
III. L’età classica e tardoclassica

Considerazioni conclusive: dall’immagine al ritratto
Appendice: Non solo Atene, Olimpia e Delfi: i ritratti della Periegesi

Bibliografia
Indici analitici