Articolo
Abstract

L’Arco Etrusco o di Augusto è il monumento più imponente della Perugia etrusca insieme alla grandiosa cinta muraria ellenistica, di cui è parte integrante; la cinta delimita e raccoglie il centro storico, che dall’età antica fino ad oggi continua a vivere al suo interno. I lavori di scavo e di restauro, eseguiti nel 1986 e nel 2011, e i restauri del 2012-2014 hanno permesso una disamina attenta in base alla quale sono emersi nuovi dati e considerazioni per la cronologia del monumento. Sono stati esaminati i materiali rinvenuti con le indagini archeologiche, verificata la modalità di costruzione, individuato il camminamento di ronda e la camera balistica, e sono state esaminate nei particolari le decorazioni architettoniche. Nuovi segni di cava, costituiti da lettere dell’alfabeto etrusco incise sui blocchi, si sono aggiunti a quelli già noti, e le iscrizioni romane hanno rivelato resti di rubricatura. Al bellum perusinum del 41-40 a.C. si riferiscono tracce dell’incendio visibile sui travertini.

The Etruscan Arch or Arch of Augustus is the most impressive monument of Etruscan Perugia together with the monumental Hellenistic city walls, of which it is an integral part; the walls enclose and define the historic centre, which has been continuously inhabited from ancient times until today. The excavations and restorations carried out in 1986 and 2011 and the restorations of 2012-2014 afforded opportunities for accurate examination which brought to light new data and considerations relevant to the chronology of the monument. The materials found in the archaeological investigations were examined, the method of construction was checked, the wall walk and the catapult room were located, and the details of the architectural decorations were examined. New quarry marks, consisting of letters of the Etruscan alphabet carved into the blocks, have been added to those already known, while Roman inscriptions have revealed remains of rubrication. Traces of fire visible on the travertine blocks can be ascribed to the bellum perusinum of 41-40 BC.

In questo numero