Articolo
Abstract

Nel contributo si presenta un frammento inedito di ciotola in ceramica acroma depurata proveniente dallo scavo di via Sant’Apollonia a Pisa (1994). L’interesse del pezzo, di produzione locale, risiede nella testa maschile delineata al di sotto del fondo e che costituisce allo stato attuale delle ricerche un caso isolato nel panorama pisano. Numerosi confronti permettono di datare la raffigurazione nelle ultime decadi del VI secolo a.C. e di inserirne i tratti stilistici entro un linguaggio figurativo di spiccata marca ionica, circostanza che conduce a una più ampia riflessione storica circa la circolazione di modelli e persone nella città alla foce dell’Arno in età tardoarcaica.

An unpublished fragment of a ceramic bowl with plain and well-levigated fabric from the excavation of Via Sant’Apollonia in Pisa (1994) is presented for the first time here. The interest of the piece, which was made locally, lies in the male head outlined below the bottom. In the current state of research this drawing constitutes a unique case in the territory of Pisa. Numerous parallels suggest a date for the depiction in the last decades of the sixth century BC and locate its stylistic traits within Ionian figurative language. This identification prompts a broader historical reflection on the circulation of models and people at Pisa in the late Archaic period.

In questo numero