La ceramica italo-geometrica

La ceramica italo-geometrica

Sabrina Tanci, Claudia Tortoioli

Archaeologica, 136

Materiali del Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia, 15

2002, pp. 208, Figg. 160, Tavv. 11, cm 22 x 30, in brossura

88-7689-181-1

Prezzo:$ 73.02

-15%

$ 85.90

+ -

 
Abstract

L’opera raccoglie la ceramica italo-geometrica conservata nel Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia e appartenente in origine alla Raccolta Comunale e alla Collezione Bruschi Falgari, formate in seguito a scavi nella necropoli e costituenti il primo nucleo del Museo. Il materiale, suddiviso in forme chiuse, a cura di Sabrina Tanci, ed aperte, di Claudia Tortoioli, si data tra la fine dell’VIII e gli inizi del VI sec.a.C. 
Sono riconoscibili numerose botteghe direttamente influenzate dalla produzione greca e stabilite probabilmente da artigiani greci e botteghe dai prodotti più semplificati e seriali, contraddistinte dalla forte specializzazione sia nelle forme vascolari che nel repertorio decorativo. 

 
Indice

Introduzione
Tarquinia e il suo territorio
La storia della città
La storia degli scavi e delle scoperte 
Catalogo:
Premessa

PARTE I - FORME CHIUSE
Oinochoai
Brocchette
Bottiglie
Lekythoi
Askoi

PARTE II - FORME APERTE
Coppe
Kotylai
Kylix
Lekane
Anforette
Anforette con anse annodate
Attingitoi
Olle stamnoidi
Olle su piede
Coppa su piede
Patere
Piatti
Coperchi

Conclusioni:
La nascita della produzione italo-geometrica in Etruria
La ceramica italo-geometrica di Tarquinia
Le botteghe localizzate a Tarquinia
Abbreviazioni e bibliografia; Figure; Tavole

18 altri libri della stessa categoria

è stato aggiunto alla tua lista dei preferiti.

Continua con lo shopping Miei preferiti